Blog: http://mastra.ilcannocchiale.it

...

La salsedine imbalsama l'anima, la ravviva
e respirando granelli d'aria leviga i polmoni,
sabbia la pelle con particelle di sole e vento.

L'orizzonte sale agrodolce alle narici, veloce
mente lieve, urticando alla menta, ustionante
polline spinato di rose del deserto ammarato.

Il cielo di notte si mette all'occhiello la corolla
boreale d'una gardenia che odora d'azzurro
anche a diversi chilometri di buia distanza.

Il mare è percorso da profumati rabbrividi
di un arcobaleno monocolore blu marino.
E' il dorso di balena è l’arco teso e l’arpione.

§

Il mare è un arcobaleno senza temporale,
prisma tondo che va dall'acqua ragia insabbiata,
a riva, al nero cobalto scolpito dal vento al largo.

I suoi colori sono gradazioni derivate dal sole,
figlie della fotosintesi clorofilliana, salina,
come fossero foglie di una sconfinata felce.

Pubblicato il 27/4/2007 alle 12.6 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web